Torna a lespiredeldrago.it Mezzinverno     Presentazione     Programma     Invito     Locandina     F.A.Q.     Guida     Iscrizione  
MEZZINVERNO 2007 - 30 e 31 dicembre 2007 - UN CAPODANNO SPECIALE - Capodanno fantastico medievale - Festa di fine anno ed evento di gioco di ruolo dal vivo in ambientazione fantastico-medioevale - Proposta culturale de Le Spire del Drago - Gioco di Ruolo dal VivoGuida
  Scoprire di più su Mezzinverno 2007
 
 
 
 
Mezzinverno
     Gioco di Ruolo dal Vivo
     Chiave di lettura
     Realtà e fantasia
     Ambientazione
 
Come si gioca
     Come devo vestirmi?
     Regole del gioco
     Qual è il mio ruolo?
     Cos'è un Avatar?
     Giocatori di altri gruppi
 
Giochi e attività
     Compagnie
     Rituale dei Sogni
     Torneo d’Arme
     La Giostra
     Miglior personaggio
     Ballo di Mezzinverno
     Miglior stendardo
     Miglior alfiere
     Caccia di Mezzinverno
     L'incarico di “giurato”
     Personaggi speciali
     30 dicembre
 
Partecipare
     Programma dell'evento
     Come iscriversi
     Versamento quote
     Orari di accettazione
     Come arrivare
 
Soggiornare
     Pernottamento in loco
     Siti e contatti utili
     Il Bigallo e Bagno a Ripoli
     Firenze e dintorni

 

Il Bigallo e Bagno a Ripoli
Uscendo da Firenze, inoltrandosi in Bagno a Ripoli e andando a Sud per Via Roma, la via che porta verso il Chianti fiorentino, ci si trova a inoltrarsi in una strada ripida che sale tra due terrapieni e che, di lì a pochi metri, si lascia alle spalle l'urbanità fiorentina, e il viaggiatore si trova, alzando il naso oltre i muri che costeggiano la via, tra oliveti e campi mentre, dietro di lui, si allontana Firenze, il cui splendido panorama si allarga man mano che si sale.
 

 
Sulla strada, nascosto, un tuttuno con altre case costruite nel corso dei secoli, si trova ad un certo punto il piccolo portoncino dell'Antico Spedale del Bigallo, ove si comincia ad assaporare il gusto d'altri tempi, manifestato dalla pietra irregolare che pavimenta il “marciapiede” antistante un vecchio cancello, da cui si intravede il cortile interno, e dalle piccole finestrelle che, ad un primo sguardo fugace, possono sembrare disposte casualmente sull'ampia parete.
 

 
Ma la magia più bella è all'interno delle sue mura. Un tempo locanda medievale poi, intorno al '400, ceduta (con atto ancora oggi esistente) ad un ordine monacale, e con ciò divenuto monastero fino a tempi relativamente recenti, grazie ad una recente restaurazione in buona parte conservativa, permette a noi di questo tempo moderno di riassaporare il gusto sobrio e suggestivo di quei tempi antichi. Dall'ampio salone si accede alla cucina medievale, con il suo grande camino tutt'ora funzionante e il suo pavimento e i lavabi in pietra, la pietra originale del tempo: una piccola stanza che conserva tutto il gusto, l'atmosfera e la magia del Medioevo.
 

 
Inoltrandosi nelle stanze si sperimenta il piacere di un'architettura irregolare, dei soffitti con le travi a vista, dei camini negli atri o nelle camere. E si può apprezzare l'opera di chi, ai giorni nostri, ha preso a cuore questa struttura e ha tentato di restituire al visitatore la possibilità di fruire della bellezza e della semplicità delle epoche passate, di quando qui, in questi corridoi e in queste sale, vi era ancora uno spedale che accoglieva i pellegrini prima di giungere a Firenze. Così, come i viandanti di una volta, si può alloggiare in questa magione e, per un po', ci si può dimenticare dell'epoca moderna.
 

 
 
Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli nacque probabilmente come villaggio etrusco trasformandosi già dal III secolo a.C. in un centro di floridi commerci. Prese il nome di Quarto, perché posto al quarto miglio da Florentia sul tracciato della via consolare Cassia. Il capoluogo deve comunque parte del nome alla presenza, in epoca romana, di uno stabilimento termale i cui resti furono rinvenuti durante il XVII secolo. Sorgendo sul margine sud-est della Piana di Ripoli, soggetta a ricorrenti inonda-zioni dell'Arno, deve il toponimo Ripulae agli sbarramenti operati per arginare il corso delle acque. Dal XIII secolo fu sede della Lega di Ripoli, una federazione di popoli rurali con compiti amministrativi e militari il cui ambito si estendeva anche sulla riva destra dell'Arno. In epoca granducale fu consi-derato un modello per l'industria agraria.
 
Il territorio presenta grandi ricchezze naturalistiche, storiche ed artistiche. Le ridenti colline boscose nascondono paesaggi e scorci suggestivi. Nella bella stagione visitate il parco di Fonte Santa. Bagno a Ripoli è costellato di pievi e chiese, castelli e ville. La Pieve a Ripoli risalente al IX secolo dopo cristo, l’Oratorio di Santa Caterina a Rimezzano, l’anticolo Spedale del Bigallo, il Convento dell’Incontro la cui struttura originale è quella di un forte longobardo... Nell’Antiquarium, in via Ritortoli, si trovano reperti di notevole interesse tra cui una collezione di monete ed altro materiale, a testimonianza della presenza umana fin dall'età neolitica.
 
^ Torna su

 

AGIRVI Antico Spedale del Bigallo Le Spire del Drago

 

Si rigraziano il gestore dell'Antico Spedale del Bigallo
ed il Comune di Bagno a Ripoli per la fiducia accordata.

 

Un particolare ringraziamento a tutti i volontari
grazie ai quali Mezzinverno diventa realtà.

 

 

 

Contenuti e grafica di questo sito, dell'evento di Mezzinverno e il nome Mezzinverno
sono tutelati dalle leggi sul diritto d'autore. Tutti i diritti riservati.
Riproduzione anche parziale vietata senza espresso consenso scritto dei tenutari di tali diritti.

 

 
 
Realizzazione Steamer Company
Tutti i diritti riservati
 
 
Best viewed
800x600 or higher